Cleto Munari — Milano Design Week 2024

Cleto Munari - Milano Design Week 2024

Le creazioni del designer Cleto Munari in esposizione a Milano. Il Maestro si esprime in una  collezione che promuove la cultura del progetto consapevole. 

Oggetti d’autore in bilico tra arte e design celebrano le maestranze artigiane e i processi di produzione consapevoli. In occasione della Milano Design Week, Punto Ottico Humaneyes ospiterà le creazioni  volute dal Maestro Cleto Munari presso il punto vendita di Piazza Meda. In esposizione la collezione di occhiali Cleto Munari Eyewear e un tappeto della collezione Art & Sign curata da Cleto Munari per Moret ispirato alle tele dell’artista Paolo Manazza. 

Il Maestro Cleto Munari 

«Cerco di avvicinare in tutto quello che faccio l’arte al design.» Cleto Munari

Cleto Munari - Il maestro

Dal primissimo incontro con Carlo Scarpa nel 1973 e dalla successiva collaborazione con l’amico Ettore  Sottsass, ha indirizzato tutta la sua ricerca e attività verso l’industrial design. La sua ricerca dell’unicità delle  cose prende forma come continuazione naturale della sua ricerca della bellezza. La contaminazione con il  lavoro di personalità illustri gli ha permesso di affinare la sua personalissima estetica, che sfocia in una  produzione molto vasta che include mobili, tappeti, penne, vasi e gioielli. ll suo talento visionario trova la più  alta espressione nel gioiello d’avanguardia, una controcorrente che intende il gioiello come un oggetto di  design e sperimentazione artistica. Le sue opere rappresentano un “design della gioia” che raccoglie il  sogno e lo fa realtà. I suoi oggetti — specialmente quelli realizzati in oro e argento — sono presenti nelle  collezioni permanenti di molti importanti musei in tutto il mondo, tra cui il Metropolitan Museum of Art e il  MoMA di New York.  

«La collezione di occhiali Cleto Munari è il risultato di un processo visionario fatto di persone, competenze e gioia.»

Occhiali Cleto Munari — Mod. GAZANIA.  Campagna fotografica realizzata nella Casa Museo Remo Brindisi.

Occhiali Cleto Munari Mod. IBISCO. Campagna fotografica realizzata nella Casa Museo Remo Brindisi.

Cleto Munari Eyewear — La collezione di occhiali

Concavo/Convesso.  La collezione esplora le potenzialità dell’acetato di cellulosa multistrato. Il colore è tessera indispensabile del gioco compositivo: rivela sapientemente l’aspetto ludico della collezione. Ogni lastra aggrega 3 colori, dando vita a combinazioni originali che portano la firma di Cleto Munari. Ogni elemento è combinato per affinità o contrasti cromatici e formali.

Trasformare in materia le idee. L’inclinazione naturale di Cleto Munari per le potenzialità espresse nei processi artigianali, unita alla costante ricerca di maestranze artigiane in grado di trasformare in materia le sue idee esuberanti, lo portano a ricercare un atelier specializzato nella produzione artigianale di occhiali. È nei propri territori che Cleto Munari ha trovato l’ambiente pulsante adatto a sviluppare questa collezione unica nel suo genere: precisamente a Vicenza, città nota per la grande tradizione orafa, un territorio prolifico in cui si tramandano da generazioni le tecniche e i saperi delle lavorazioni artigianali. Ogni montatura è interamente realizzata in Italia a Montecchio Maggiore, Vicenza. Si caratterizza per un’eccellente manifattura grazie a processi che valorizzano il contributo umano alla produzione. 

«Il colore è molto più che un “verbo” per me: è essenza come la forma».  Cleto Munari

“Senza Titolo”, Paolo Manazza. Tappeto annodato a mano in lino merino, 270 x 350 cm. Collezione Art & Sign di More a cura di Cleto Munari.

Cleto Munari e Art & Sign — I tappeti di Moret

Art & Sign. Art & Sign è la collezione di tappeti d’arte di autori voluti da Cleto Munari per Moret. Da anni Moret affida al Maestro la regia di questo progetto ispirato al desiderio e all’ambizione di realizzare una collezione unica legata ad autori capaci di trasferire la propria poesia in oggetti fatti per durare nel tempo. Tra gli autori che hanno firmato la collezione: Cleto Munari stesso; il poeta e pittore statunitense Lawrence Ferlinghetti; il Premio Nobel per la letteratura Dario Fo; Sandro Chia e Mimmo Paladino, entrambi esponenti della Transavanguardia italiana, le cui opere sono entrate a far parte delle collezioni dei maggiori musei internazionali come il MoMA di New York, la Tate Gallery di Londra e il Castello di Rivoli a Torino. Al Salone del Mobile 2024 Moret presenta nuove creazioni della collezione Art & Sign disegnate da Paolo Manazza, Cleto Munari, Alberto Baccari, Giorgio Cattano.

Paolo Manazza. Moret realizza una felice contaminazione d’idee, tradizione, design e avanzata tecnologia “capace di trasformare un originale pittorico prodotto dal designer artista in una riproduzione digitale” riprendendo una tela dell’artista Paolo Manazza. Dopo aver studiato a fondo la pittura antica e gli esiti informali della scuola newyorchese ed europea degli anni Cinquanta, Paolo Manazza sperimenta le sovrapposizioni cromatiche in una pittura neoinformale che unisce la forza della gestualità alle vibrazioni del colore. Il tappeto “Senza Titolo” di Paolo Manazza, presentato in occasione del Salone del Mobile 2024, sarà esposto presso il negozio Punto Ottico Humaneyes di Milano per tutto il mese di aprile.

Info evento

Mercoledì 17 aprile | 18-21

Punto OtticoHumaneyes

Piazza Filippo Meda 3

20121 Milano